La casa non è fatta per difendersi.

Il video promosso da Ikea, in collaborazione con Telefono Donna, dal titolo “La casa non è fatta per difendersi” per una campagna di sensibilizzazione sulla denuncia delle molestie che avvengono all’interno delle mura domestiche è discreto, sottile, breve ma non per questo poco incisivo, e sembra proprio un teaser per quello che potrebbe succedere o sta succedendo ovunque, in qualsiasi momento, o purtroppo è già successo.

Una classica scena in un negozio Ikea di una coppia che guarda gli arredi in vendita: la giovane donna osserva e rielabora lo spazio di casa come uno spazio in cui nascondersi, e gli oggetti come possibili armi per difendersi da chi rende questo luogo, così intimo e familiare, un campo di battaglia. Questi stessi oggetti e arredi di casa diventano alibi di evidenti segni sul corpo non accaduti per caso.

Il video ci invita a riflettere, aprire gli occhi, uscire dal guscio della coercizione psicologica, dal muro del silenzio, per potersi salvare.

La casa è un luogo di gioie e dolori, teatro delle vicende domestiche, non sempre a lieto fine, e rappresenta un palcoscenico intimo per i propri istinti e le proprie emozioni nude e crude che si condividono con i propri conviventi, familiari, un posto dove risolvere questioni, dove essere al sicuro, essere se stessi, al di là del bene e del male.

La donna, per antonomasia, regina della casa, diventa nello stesso tempo vittima di essa, cercando negli angoli reconditi della propria coscienza e forza d’animo di difendersi, celare, proteggere i proprio figli.

Il messaggio “La casa non è fatta per difendersi” è la denuncia e la sensibilizzazione verso chi è vittima di soprusi all’interno delle mura domestiche a trovare il coraggio di uscire di casa e urlare il proprio dolore per sconfiggerlo.

Il 25 novembre è la Giornata Mondiale Contro la Violenza sulle Donne, per l’occasione dal 13 al 25 Telefono Donna sarà in tutti i punti vendita Ikea italiani con eventi e iniziative volte a sensibilizzare e dare opportunità a chi vive un dramma del generei di poter essere aiutato. Per una giusta casa.

Stop alla violenza sulle donne.

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *